Simone Presciutti
Biografia

Nel 1991 fonda il gruppo dei "Pane & Vino” con il quale realizza nel 1996 il primo lavoro discografico con seguente tournée canadese di due mesi.Con la stessa formazione e da solista si esibisce al Folkstudio di Roma dal 1991 al 1998 e partecipa ad eventi musicali curati dal Folkstudio , dividendo il palco con Francesco De Gregori, Teresa De Sio, John Renbourn, Fausto Amodei, Paolo Pietrangeli, Luigi Grechi.Nel 1998 crea il gruppo dei "Rasàli”, con il quale partecipa a numerosi Festival europei (Austria, Polonia, Belgio) ed italiani (Frammenti, Ferrara, Orvieto, Eboli, Misterbianco, ecc…) e realizza due lavori discografici alternando le collaborazioni con vari musicisti.Dal 2006 intraprende esclusivamente la carriera solista.Nel 2008 incide un cd autoprodotto dal titolo "Perdofoglie”.Il suo repertorio, che vanta innumerevoli brani, si arricchisce negli ultimi anni di nuove canzoni in italiano e in inglese, la linea musicale si apre alle più svariate sperimentazioni valorizzate da diverse collaborazioni.Attualmente sta lavorando ad un nuovo ed ampio progetto musicale: protagoniste le sue ultime composizioni.Nel 2012 è finalista del Sonic Waft Festival e del World Music Premio Andrea Parodi V° edizione.A dicembre dello stesso anno è vincitore della prima edizione del Festival dei Castelli Romani.

Brani
E’ dei bambini il pane
Quando il vino è ancora vite
Quando l’amore ha ancora fame
Io non conosco
Questo tipo così losco
Mica è un tartufo dentro ad un bosco
Guarda che è un ladro è un ministro
E’ perché si sappia è
E’ dei bambini il pane
Perché il diritto ha le sue rime
Perché l’amore ha sempre fame
Io non capisco
O s’è incantato o s’è rotto questo disco
Dèsco un affresco banditesco che non gradisco
Di evasori del fisco
E’ perché si sappia è
E’ dei bambini il pane
Perché la fame non ha confine
E il fine è a questo male mettere fine
Io non ricordo
Bardo bagordo mordo ingordo
Ma poi discordo guardo testardo
Ma non demordo d’amore ardo
E’ perché si sappia è
Commenti