Colmena
Biografia

COLMENA è un gruppo rock di Roma (Italia).
La creatività caratterizza questogruppo, che con la sua musica piena di forte impatto emotivo, lasciare che tutte lepersone che ascoltano per perdersi in un viaggio attraverso le storie che siraccontano e la raccolta in musica. La band nasce nel 1998 da un'idea di Daniele eAngelo, entrambi con la passione per l'originale musica rock melodico, si trovaronoe completato uno all'altro nella scrittura dei testi e nella loroconversione in canzoni.Angelo Costantini suona la chitarra e canta come seconda voce., le sue melodieprendono vita suscitando grandi emozioni. Daniele Masci canta, è il grande parolieretrasforma le parole in un'arma o in una poesia. Ottobre 2009, è il periodo in cui iColmena iniziano la loro trasformazione che li porterà a varie formazioni. Nel ruolodi bassista, Gianfranco Vigneri che, con la sua abilità di compositore, e le sue doti diarrangiatore e grande l'esperienza, arricchisce la sfera musicalee tecnica della band.Settembre 2010 la band sembra finalmente aver trovato un giusto equilibrio conl'ingresso di Andrea Orsini alla chitarra, un giovane chitarrista di grande talento, checon il suo gusto e la sua tecnica ha il compito di migliorare la dinamica della venarock del gruppo. Nel 2011 cambio della guardia alla batteria, far parte del gruppoFederico Berchi, un batterista con esperienza, ma anche scrittore e compositore. Ilsuo tocco roccia impone già una nuova direzione fin dall'inizio. Allostato attuale laColmena hanno regolarmente un repertorio di oltre 40 canzoni registrate alla Siae esulle spalle anni di spettacoli dal vivo tra Roma e interland.Attualmente come numerosi Band i Colmena soffrono dei cambi di strumentisticome a dover sempre confermare la regola che un gruppo affiatato è sempre moltodifficile metterlo in piedi, infatti nel 2013 una rivoluzione porta una corrente d'arianuova sia ritmica che negli arrangiamenti facendo subentrare Fabrizio Settimibassista. Dopo un breve periodo entra a far parte un motore al quanto singolareEmiliano Mosè, che con la sua esperienza scandisce in modo perfetto il tempo dellabandcolorato dai virtuosismi floydiani di Cristian Flamini, chitarrista con un ottimopassato musicale adatto alla sonorità del gruppo.

Brani
Ho nascosto coi ricordi i miei pensieri
Praterie di mine anti-uomo
Che spezzano le vite di persone che non sanno
Il sollievo di schivare una pallottola
Che cerca qualcun altro intorno a me
E sentire forte la mia vita
Mentre qualcuno crolla accanto a me
Vorrei essere io In questo mare di sangue e fango
E tornare a casa in un\'ipocrita bandiera
E sparo per non perdere la vita
Mentre dentro la mia morte è già arrivata
Ma questa è la guerra e noi soli caduti
Di una giostra che arricchisce chi non c'è
Vorrei essere io
A cadere come una goccia
In questo mare di sangue e fango
E tornare a casa in un\'ipocrita bandiera
Vada come vada Sarò l’eco di una casa
Sarò il sangue che calpesti
Che ti illumina la strada
Stia tranquillo presidente
Che suo figlio avrà studiato Io rimango steso a terra, sono solo un semplice soldato..
Commenti