FabbricaStrofe
Biografia

Due ragazzi uniti dalla voglia di suonare, cantare (Ottavio Fadda e Francesco Fanella)
Si ritrovano a buttar giu' qualche pezzo per poi decider di cantarli,con il loro stretto legame tra il foglio e la penna cercano sempre di adottare il giusto senso che si addicealle loro strofe;è da li che scelgono di prendere il nome di "fabbricastrofe".
La band nasce nella primavera del 2013.
Il loro stile di musica, si basa su un pop-folk tra cui,un repertorio di musica popolare che gli permise di aprireun concerto ad Eugenio bennato e a Mimmo epifani.solo dopo un'anno dalla nascita, decidono di aggiungere nuovi elementi nella loro band per arricchire il loro repertorio musicale, (Gabriele dell'orco e Gioele di re).
I Fabbricastrofe con il loro punto di vista abbastanza anarchico, cercano di prendere ispirazione da grandi cantautori come "Rino gaetano e Fabrizio De André".

Brani
Vedo solo sfasci ah no!
È una penisola sul mare,
per quanto tu sia bella noi continuiamo ad affondare
Lontana da anni che ci davano di tutto,
adesso io ti vedo sposata con il lutto.
Ma adesso non ci credo più,
qui si va sempre più giù Ragazzi...
L'italia non c'è più.
Colonizzata e affranta il più delle volte,
ma giuro ora ti vedo a braccetto con la morte,
comprendiamoci però non do le colpe a te,
ma a chi ci rappresenta che pensa solo a sé.
Ma adesso non ci credo più, qui si va sempre più giù
Ragazzi...L\'italia non c'è piu'.
Dicono repubblica ma di cosa penso io,
qui solo i poveracci fanno i conti con Iddio,
mi dispiace cara Italia sarai anche la mia Mamma,
ma io devo andare,la tua falza non mi inganna.
Cavalieri senatori di un popolo distruttori auto blu l'Italia non c'è più.
Commenti