DAGOMAGO
Biografia

Scegli un nome che suoni come una filastrocca, metti in un calderone un pugno di indie, un pizzico di attitudine punk, sonorità elettriche ed elettroniche, l'irriverenza di tre personaggi singolari e una manciata di testi che raccontano i sogni, la rabbia, il disagio e le aspirazioni di una generazione e avrai qualcosa che si avvicina ai Dagomago.
I Dagomago si uniscono alla fine del 2012, in provincia di Biella, ma si trasferiscono presto in città, nella bella Torino. Un trio che per comodità si dice indie rock: Matteo Buranello, voce e chitarra elettrica; Andrea Pizzato che suona tante tastiere, una che funge da basso, una che crea l'ambiente e un'altra che non sempre funziona; Luca Buranello è un batterista che picchia forte e che spesso indossa canottiere molto tamarre. Anche se affezionati a sonorità anglosassoni, si lasciano piacevolmente influenzare dalla musica italiana, dalle sue novità quanto dalla sua tradizione. I testi sono belli, ma non sono parlati.
Per non perdere tempo, la band sceglie di partire subito con la registrazione di un album (prodotto da Davide Diomede e Francesco Del Proposto, ovvero i due matti che stanno dietro alla piccola, indipendente, graziosa e tatuatissima Vina Records), in un piccolo studio sulle colline biellesi. Per darlo alle stampe i Dagomago si affidano alla piattaforma di crowdfunding Musicraiser, conducendo una campagna di straordinario e inaspettato successo.
Evviva la deriva esce il 22 aprile 2014, anticipato dal singolo e dal video La fuga del cervellolanciato in anteprima su La Repubblica XLe selezionato come just discovered da MTV New Generation. Su Radio 24, Giorgio Nava apre la sua trasmissione Giovani Talenticon un estratto de La fuga del cervello, che verrà trasmessa anche su Radio Deejay, da A Tu per Gunella rubrica dedicata alla band emergenti, Mercoledì da Leoni.
Per promuovere l'uscita del disco i Dagomago vengono invitati nella redazione de La Stampa per un'intervista con showcase acustico. Pochi giorni dopo Evviva la deriva è disco della settimana sul sito de La Repubblica.
Il secondo singolo, Cucinami se vuoi, esce il 22 maggio e viene lanciato in anteprima esclusiva da MTV New Generation, accompagnato dal video girato da Vieri Brini. La canzone viene selezionata tra le migliori proposte della musica emergente italiana sulla playlist di Amazon Mp3.
A luglio 2014 un fortuito ma fortunato incontro porterà Mattia Gabrielli ad essere il bassista dei Dagomago completando così la formazione.

Commenti